Skip to main content

Animosità politica—non lasciarti coinvolgere

Da L'Araldo della Scienza Cristiana - 26 Settembre 2018

Originariamente pubblicato sul numero del 20 agosto 2018 del Christian Science Sentinel


Ultimamente si è scritto molto dei cosiddetti “bots”, ovvero robot del web, software automatici e applicazioni che svolgono automaticamente compiti in internet, specialmente in relazione ai bots russi che si infiltrano nei social media e diffondono informazioni  errate con l’intento di fomentare dissenso e divisione fra i cittadini. Negli Stati Uniti, per esempio, tale genere di attività alimenta il fuoco in quella che molti percepiscono come una nazione estremamente polarizzata dal punto di vista politico.

Molti sforzi vengono fatti per avvertire gli utenti identificando e smascherando sui social media degli account che sono realizzati tramite questi programmi robotici – i quali spesso si palesano sotto forma di falsi profili di singole persone – in modo che la gente non si lasci ingannare dall’intento di suscitare disaccordo tramite questi strumenti. È importante rendersi conto del sottostante maligno intento di indebolire il bene e fomentare ulteriormente divisioni, ma la Scienza Cristiana, la legge del bene eterno, va ancor più in profondità individuando alla radice del problema l’influenza ingannatrice di ciò che viene definito magnetismo animale

In Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, Mary Baker Eddy definisce il magnetismo animale come “la falsa credenza secondo cui la mente si trovi nella materia e sia tanto cattiva che buona; che il male sia reale quanto il bene e perfino più potente” (pag. 103). Ne segue logicamente che l’unica vera forza per difenderci da questa credenza è la comprensione di Dio come Verità onnipotente e sempre presente. La Scienza Cristiana rivela che il magnetismo animale non ha alcun potere perché non ha autorità proveniente da Dio, il bene, che è infinito.  Aderendo alla nostra devozione per Dio e alla Sua eterna bontà, possiamo confidare in Lui, sapendo che ci ha dato quella percezione che ci avverte e ci equipaggia per prevenire qualsiasi sforzo del male di violare la nostra dimostrazione di libertà spirituale. 

Dio ci ha dato quella percezione che ci avverte e ci equipaggia per prevenire qualsiasi sforzo del male di violare la nostra dimostrazione di libertà spirituale.

Possiamo vedere come la comprensione spirituale fondata sulla Verità divina sia del tutto preparata ad individuare e annientare ogni attrattiva mentale aggressiva. Quando, mediante il potere della Verità, vinciamo le tentazioni peccaminose come disonestà, lussuria, slealtà, cieca volontà o debole senso della morale, diminuiamo queste false pretese nei confronti dello stesso mondo. Lo stesso vale per la vittoria sulla tentazione di reagire alle notizie politiche del giorno – che si tratti di notizie basate sui fatti o meno. Quando la spinta a reagire viene rifiutata  e abbandonata, dimostriamo l’onnipresenza di Dio e la verità del dominio dell’uomo in quanto somiglianza spirituale di Dio. Comprendere che ogni male o pensiero aggressivo è semplicemente una suggestione senza intelligenza aiuta a guidarci verso il dominio che è nostro.

La Bibbia ci ammonisce: “Vegliate su voi stessi onde il Vostro cuore non sia sedotto e voi lasciate la retta via e serviate a dèi stranieri e vi prostriate dinanzi a loro” (Deuteronomio 11:16). Se si aderisce ad una linea politica estrema, questi “dèi stranieri” potrebbero essere ostinazione, odio, ipocrisia o pregiudizio. Quando un forte coinvolgimento politico occupa i nostri pensieri, non controllato da un senso di umanità, amore e moderazione, siamo tentati di lasciarci trascinare in una sorta di guerra contro coloro che hanno opinioni divergenti. Questo genere di comportamento ci deruberebbe del nostro dominio spirituale e dell’integrità. Ci vuole coraggio morale e un sincero amore per Dio e per l’uomo per elevarsi al di sopra della tentazione di unirsi alla massa di pensieri polarizzati.

Parlando con un amico di vecchia data, ci trovammo a discutere di politica e il mio amico espresse con forza sentimenti di condanna verso diversi politici ed un partito. Il tono della voce era pungente e colmo d’odio. Mi pareva un atteggiamento contrario a quello che avevo sempre riconosciuto in lui. Questo mi mise momentaneamente sulle difensive, ma mi resi conto in fretta che non si trattava della sua vera identità. Fui in grado di considerare questo atteggiamento come un errore impersonale che tentava di affermare se stesso nella forma dei pensieri, dei sentimenti e delle parole del mio amico, della sua identità umana. Non funzionò.

Mentre la conversazione proseguiva, mi fu evidente che stava ripetendo a pappagallo pensieri di altre persone. Non avevano origine in lui, non li aveva pensati lui. Non è forse proprio così che funziona il contagio mentale, che si presenta sotto forma dei nostri pensieri suscitando preoccupazioni spaventose e discordanti?

La comprensione spirituale è pienamente preparata ad individuare e annientare ogni attrattiva mentale aggressiva.

Invece di cercare di controbattere i suoi punti o di fargli cambiare idea, riflettei quietamente il Cristo, Verità, in quel momento, affermando la bontà del mio amico. Ben presto inclusi anche i politici con i pro e i contro a cui si stava riferendo. Avevo la scelta tra reagire umanamente a questa ondata di odio e sospetto, o rispondere spiritualmente rivolgendomi a Dio per trovare le Sue risposte. Scegliere la seconda opzione mi mise in grado di essere il guaritore in quel momento, affermando che l’unica Mente governa la Sua intera creazione con amore intelligente. L’ondata della reazione umana semplicemente rimbalzò contro il muro delle verità spirituali che stavo riconoscendo, e cessò. Continuammo poi a parlare di altri argomenti e alla fine ci lasciammo in modo amichevole e con un abbraccio.

Da quella volta, il mio pensiero ha trovato ulteriore illuminazione nella lettura di questo passo in Scienza e Salute: “Nella Scienza della Mente constaterete ben presto che l’errore non può distruggere l’errore. Imparerete inoltre che nella Scienza non vi è trasmissione di cattive suggestioni da un mortale ad un altro, poiché non vi è che una Mente, e questa Mente onnipotente e sempre presente viene riflessa dall’uomo e governa l’universo intero” (Pagg. 495-496).

La pratica sincera della Scienza Cristiana ci mette in grado di rifiutare il male sotto qualsiasi forma sulla base della sua impotenza. Oggi esistono molte meritevoli cause per cui impegnarsi. Per me la più lodevole è la Causa della Scienza Cristiana, che mi mostra come respingere (alle volte lottando) la tentazione di reagire con rabbia all’ingiustizia, alla cieca forza di volontà o all’inganno, per riaffermare, invece, la legge di Dio, vivendo e dimostrando così ciò che Scienza e Salute definisce “la sovranità e il governo dell’armonia universale” (pag. 208).

The Mission of the Herald

In 1903, Mary Baker Eddy established The Herald of Christian Science. Its purpose: "to proclaim the universal activity and availability of Truth." The definition of "herald" as given in a dictionary, "forerunner—a messenger sent before to give notice of the approach of what is to follow," gives a special significance to the name Herald and moreover points to our obligation, the obligation of each one of us, to see that our Heralds fulfill their trust, a trust inseparable from the Christ and first announced by Jesus (Mark 16:15), "Go ye into all the world, and preach the gospel to every creature."

Mary Sands Lee, Christian Science Sentinel, July 7, 1956

Learn more about the Herald and its Mission.