Skip to main content Skip to search Skip to header Skip to footer

Il “solvente dell’Amore” nella Sala di lettura della Scienza Cristiana

Da L'Araldo della Scienza Cristiana - 8 ottobre 2021

Originariamente pubblicato sul numero di settembre 2018 de The Christian Science Journal


Ho imparato ad apprezzare la saggezza ispirata che portò Mary Baker Eddy a fondare le Sale di lettura della Scienza Cristiana. Le Sale di lettura servono la comunità in cui si trovano, mettendo a disposizione le verità della Scienza del Cristianesimo mediante gli scritti di Mary Baker Eddy, la Bibbia e altre risorse della Società Editrice della Scienza Cristiana. I bibliotecari sono a disposizione per aiutare le persone che desiderano consultare questi materiali.

Nel corso degli anni in cui ho prestato servizio in Sala di lettura, sono arrivato a comprendere più chiaramente che l’attività della Sala di lettura è sostanzialmente una questione di amore. L'amore di Dio per l'uomo. L'amore tra i membri della chiesa e dei membri per la loro comunità, amore che riflette l'Amore divino. La Sala di lettura è un luogo in cui chiunque può entrare e sentirsi benedetto. L'Amore divino si esprime attraverso ogni risorsa, articolo e attività.

Molte persone che sono entrate in una Sala di lettura dichiarano di notare al suo interno un senso di ispirazione, qualcosa di differente — a volte parlano anche di “guarigione". Ciò ha senso, perché la Sala di lettura funziona per spinta divina e attesta l'amore di Dio per l’uomo, amore che è abbastanza potente da trasformare e redimere qualsiasi situazione umana difficile.

La Sala di lettura serve la comunità aiutando le persone ad acquisire una maggiore consapevolezza di essere amate e degne di essere amate in quanto figli e figlie di Dio. È un proseguimento della missione di Cristo Gesù. In Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, Mary Baker Eddy afferma: «Gesù aiutò a riconciliare l'uomo con Dio dando all'uomo un senso più vero dell'Amore, il Principio divino degli insegnamenti di Gesù, e questo più vero senso dell'Amore redime l'uomo dalla legge della materia, del peccato e della morte, per mezzo della legge dello Spirito, cioè la legge dell'Amore divino» (pag. 19).

Un'analogia che ho trovato utile riguardo a questa trasformazione è quella con le etichette che apponiamo sui libri nella Sala di lettura. A volte, per aggiornare il prezzo o la descrizione oppure perché c’è un errore da correggere, è necessario rimuovere l'etichetta e ciò può sembrare difficile da fare. Ma abbiamo trovato un solvente per la pulizia da applicare che, lasciandogli il tempo necessario per agire, fa sì che l'etichetta si dissolva e sia facile da rimuovere (anche se talvolta è fondamentale avere pazienza e procedere con più applicazioni). Una volta finito, il libro è pulito. Allo stesso modo, quando le persone entrano nelle Sale di lettura con etichette su se stesse che non sono buone o reali, aiutarle a percepire l'amore di Dio può dissolvere quelle etichette.

C'è un'affermazione in Scienza e Salute che descrive questo processo: «In paziente obbedienza a un Dio paziente, lavoriamo dunque a dissolvere con il solvente universale dell'Amore la durezza adamantina dell’errore — l'ostinazione, l'autogiustificazione e l’amore del sé — che lotta contro la spiritualità e che è la legge del peccato e della morte» (pag. 242).

Ci sono molti modi in cui questa trasformazione può avere luogo e tutti sono incentrati sul potere e sulla presenza dell'Amore divino, Dio. Per verificare se sto contribuendo all'atmosfera guaritrice della Sala di lettura, ho trovato utile chiedermi se qualcuno mi appare non amabile o non amato. Se è così, ho proprio bisogno di sentire io stesso l'atmosfera dell'Amore divino. La Bibbia ci dice che l'Amore perfetto caccia via la paura (vedi I Giovanni 4:18). Questo Amore perfetto fa più che semplicemente calmare qualcuno e lasciarlo in una situazione precaria o pericolosa. Invece, una maggiore realizzazione dell'amore sempre presente di Dio rimuove ogni sensazione che vi sia un altro potere in competizione. Nell'Amore infinito, da dove potrebbe venire qualcosa che ci possa attaccare? O come potrebbe esserci un posto dove qualcosa possa nascondersi?

Una volta, una coppia arrivò alla Sala di lettura prima dell’orario di apertura. Erano molto agitati. Venne fuori che avevano la sensazione che la loro camera d'albergo fosse posseduta da uno spirito e ci mostrarono quella che definirono una prova fotografica. Volevano comprare una Bibbia. Quello che era iniziato come un semplice acquisto finì col portare a leggere insieme la Bibbia e ad arrivare alla certezza del governo di Dio. Se ne andarono decisamente calmi e insieme alla Bibbia si portarono via della letteratura della Scienza Cristiana.

L’amore di Dio è a disposizione di tutti, sia del personale che dei visitatori, in ogni momento, per attrezzare, guidare e provvedere a tutti. Sebbene la Sala di lettura non sia un luogo dove Dio è più presente che in altri, è però un luogo nelle nostre comunità che attesta molto chiaramente la potenza e la presenza dell'Amore. Le persone che entrano, possono conoscere meglio l'Amore e leggere anni ed anni di guarigioni pubblicate sui periodici della Scienza Cristiana. A volte dico ai visitatori che le riviste si potrebbero definire "la sezione dei sostenitori" che dichiara che la Scienza Cristiana funziona e che Dio opera.

In alcuni casi, i visitatori sanno già cosa stanno cercando. In altri, Dio equipaggia e guida il personale a trovare le idee precise da condividere o le risorse da indicare. La salvezza ha origine in Dio; e Dio può fornire il modo corretto per entrare in connessione con i visitatori e soddisfare i loro bisogni, anche se stanno cercando qualcosa di specifico che la Sala di lettura non vende. Questo passaggio di Scienza e Salute mostra che Dio provvede a tutti, non solo a coloro che hanno una certa fede o che già confidano in Lui: «L’amore è imparziale e universale nei suoi adattamenti e nelle sue elargizioni. È la fonte aperta che grida: ‘O voi tutti che siete assetati, venite alle acque' » (pag. 13).

Un esempio calzante a questo proposito si è verificato quando una donna entrò chiedendo un’indicazione stradale. Mentre i membri dello staff erano intenti a cercare l’indicazione da darle, la donna commentò che era ironico che fosse venuta in un luogo religioso. Quando le fu chiesto come mai, spiegò che era arrabbiata con Dio. Lei e suo marito si stavano trasferendo e avevano seri problemi a vendere la loro casa. Un membro dello staff le consigliò un articolo direttamente correlato alla sua situazione — l'autore del pezzo aveva pregato per una questione abitativa. Una volta descritto l’articolo, la donna lo volle vedere e prese anche il numero di telefono del practitioner della Scienza Cristiana che lo aveva scritto. In seguito convenne che non si era persa, che Dio l'aveva portata nella Sala di lettura. Se ne andò confortata e richiamò dopo meno di un'ora piena di gratitudine. L'articolo era perfetto e disse che suo marito aveva appena fatto una ricerca su Internet su cosa fare quando la propria fede è messa alla prova.

L'Amore ci aiuta anche a conoscere la profondità dell'amore che Dio ha per i suoi figli. Non è necessario che nessuna etichetta ci definisca. In Scienza e Salute si legge: «L’amore, fragrante d’altruismo, inonda tutto di bellezza e di luce» (pag. 516). Dio, Amore divino, chiarisce che la percezione dell'uomo come non amato o non amabile semplicemente non ha senso. L'amore di Dio è come la luce che dissolve le ombre. Trovo che sia davvero utile prendere una posizione spirituale quando arrivano dei visitatori, che potrebbe anche essere semplicemente quella di pensare a quanto coraggio è servito loro per entrare.

Una volta, una visitatrice entrò in una Sala di lettura chiaramente agitata. Tuttavia disse che non voleva leggere nulla.

L’incaricato di turno l'aiutò facendole ascoltare un breve podcast audio sull'amore di Dio e questo sembrò esserle d’aiuto. Un altro uomo che si trovava nella Sala di lettura lo sentì per caso e volle esprimere il suo apprezzamento. Poi la donna si aprì e disse che non riusciva ad amare un parente a causa delle ferite passate e che era anche gravata da un problema con la casa. Il membro dello staff non voleva accettare l’idea che lei non potesse amare — la sua origine, Dio, non lo avrebbe permesso. A sostegno di questo concetto, il membro dello staff sottolineò le cose amorevoli che la donna aveva fatto da quando era arrivata.

La Sala di lettura stava approfondendo il tema: “amare il prossimo" e alla visitatrice furono mostrate alcune delle risorse relative all’argomento. La donna apprezzò a tal punto ciò che si trovò a leggere da volerlo condividere con l’altro visitatore che aveva ascoltato il podcast. Questa è una delle gioie di lavorare in una Sala di lettura: vedere i visitatori aiutare altri visitatori. In quel lasso di tempo, la donna ricevette una chiamata e il suo problema con la casa si risolse. Quindi ringraziò Dio e poi noi.

Come ho detto riguardo all’analogia con le etichette per i libri, a volte sono necessarie molte applicazioni del solvente prima che le etichette si dissolvano completamente. Fare qualcosa di simile nel pensiero, applicando il “solvente dell'Amore”, richiede pazienza da parte di chi presta servizio nella Sala di lettura. Questo significa ricordarsi costantemente che l'amore di Dio non commette né sostiene in alcun modo l’errore. Possiamo continuare a portare testimonianza del bene che viene espresso e applicare il concetto che l'amore infinito di Dio non ammette nulla di sgradevole.

Condividerò un ultimo esempio. All'inizio del mio servizio in Sala di lettura, per molti mesi il personale si era sforzato di dare testimonianza solo del bene nei confronti di una certa persona. Per i sei mesi in cui prestai servizio lì, quest’uomo parlò raramente e dava l’impressione di essere sotto l'effetto di droghe. Tuttavia, era rispettoso e rimaneva sveglio; entrava e leggeva la Bibbia. Un giorno si avvicinò al bancone e disse: "Sento le vostre preghiere". Quello fu un punto di svolta. Proseguì nella ricerca di un lavoro e trovò un alloggio. Aveva sentito l'amore di Dio. Continuò ad essere gentile e a condividere il suo umorismo con noi, cosa per cui fummo molto grati.

La fiducia che l'Amore divino può dissolvere e dissolverà anche gli errori più ostinati ben si abbina alla pazienza perché ciò avvenga come Dio vuole.

Sono questi esempi che mi assicurano che la Sala di lettura è un luogo dove l'amore di Dio eleva i pensieri e trasforma le persone.

La missione de L’Araldo

L’Araldo della Scienza Cristiana fu fondato nel 1903 da Mary Baker Eddy. Il suo scopo è di “proclamare l’attività e la disponibilità universali della Verità”. La definizione di “araldo”, come indicata in un dizionario: “colui che avverte — un messaggero mandato avanti per annunciare l’approssimarsi di ciò che segue”, dà un significato particolare al nome Araldo ed inoltre indica il nostro dovere, il dovere di ognuno di noi, di vedere che i nostri Araldi assolvano alla loro responsabiità, una responsabilità inseparabile dal Cristo e annunciata per la prima volta da Gesù (Marco 16:15): “Andate per tutto il mondo e predicate l’evangelo ad ogni creatura”.

Mary Sands Lee, Christian Science Sentinel, 7 luglio 1956

Scopri di più su L’Araldo e sulla sua missione.