Skip to main content Skip to search Skip to header Skip to footer

2021

C'è stato un tempo in cui pensavo che il Natale fosse rigorosamente il giorno 25 dicembre. Una giornata che segnava il culmine di una maratona di una settimana di potatura degli alberi, cottura di biscotti, confezionamento di regali ed eventi speciali con i bambini.

La vita consiste nel giudicare e nell'essere giudicati? A volte sembrerebbe proprio di sì. Ci sono oggigiorno molteplici forum dove si esprimono opinioni e sentimenti, e il più delle volte sono solo critiche, pesanti e spesso ingiuste.

Vorrei esprimere la mia gratitudine per un esempio di protezione divina avvenuto diversi decenni fa. Era la sera di un buio mercoledì invernale.

Una delle verità spirituali su cui si fonda la guarigione nella Scienza Cristiana, è che Dio soltanto è la causa di ogni esistenza e l’uomo non può fare esperienza di nulla che non sia causato da Dio. Dio, il bene, è il Principio creativo di tutto ciò che realmente esiste.

Ci sono momenti in cui si è tentati di credere che la paura e la discordia ci stiano tenendo sotto stretto assedio, momenti in cui il nostro «Vattene via da me, Satana!» è pronunciato troppo debolmente per essere di immediato beneficio, e di certo ci sono momenti in cui queste parole possono assomigliare più alla manifestazione della paura che l'errore possa prolungare la sua visita indesiderata. Può essere che lo Scientista Cristiano abbia affrontato accuratamente ogni aspetto del caso così come lo comprende, e tuttavia non sia riuscito a dissipare la nebbia della falsa credenza.

Assorta nei suoi pensieri plumbei e turbati, un’allieva della Scienza Cristiana camminava avanti e indietro calcando il pavimento del suo ufficio. Era palesemente preoccupata.

In un bel giorno d'autunno aprii la finestra alzando il pannello inferiore per far entrare aria fresca, per poi abbassare l'anta superiore per far uscire l'aria calda. In questa operazione, due dita della mano rimasero incastrate tra le ante.

Se vi siete mai trovati ad affrontare un aspetto negativo del vostro carattere, sapete bene che può essere una brutta bestia.  Shakespeare chiamava la gelosia, per esempio, il mostro dagli occhi verdi, ed io ne sono stata un’infelice prigioniera finché non me ne sono liberata grazie alla Scienza Cristiana.

«Siate fruttiferi» (Gen. 1:28) – ecco la nostra missione, la nostra benedizione, la prima cosa che Dio ci ha detto di fare, un incarico alimentato dalla promessa, e anche ricolmo di aspettativa.

La promessa del bibliotecario è testimoniare la bontà dell'Amore: vedere La rugiada dell'ispirazione riposa sulle foglie della parola di Dio — libri aperti pronti ad avvolgere l’afflitto con il conforto.   La promessa del bibliotecario è dare gratitudine per l'infinità della Mente: riconoscere  In questa quiete attiva — tranquillità piena di aspettativa — mille angeli sono in attesa di benedire.

La missione de l’Araldo

L’Araldo della Scienza Cristiana fu fondato nel 1903 da Mary Baker Eddy. Il suo scopo è di “proclamare l’attività e la disponibilità universali della Verità”. La definizione di “araldo”, come indicata in un dizionario: “colui che avverte — un messaggero mandato avanti per annunciare l’approssimarsi di ciò che segue”, dà un significato particolare al nome Araldo ed inoltre indica il nostro dovere, il dovere di ognuno di noi, di vedere che i nostri Araldi assolvano alla loro responsabilità, una responsabilità inseparabile dal Cristo e annunciata per la prima volta da Gesù (Marco 16:15): “Andate per tutto il mondo e predicate l’evangelo ad ogni creatura”.

Mary Sands Lee, Christian Science Sentinel, 7 luglio 1956

Scopri di più su l’Araldo e sulla sua missione.