Skip to main content

Non dovevo aspettare per guarire

Da L'Araldo della Scienza Cristiana - 12 Dicembre 2017

Originariamente pubblicato sul numero del 13 febbraio 2017 del Christian Science Sentinel


Alcune estati fa, io e mio padre stavamo guardando un film insieme. Ad un certo punto facemmo una pausa e mio padre andò a prendere dei popcorn. Una volta tornato, mi porse i popcorn e poi saltò sul letto dove eravamo seduti, atterrando sul mio piede destro e lesionando gravemente la caviglia.

Fu sorprendente! La guarigione fu velocissima.

Dissi a mio padre quanto mi facesse male, e lui suggerì di pregare. Avevo avuto altre guarigioni tramite la preghiera, che mi aiuta a sentirmi talmente vicino a Dio, che il dolore, la paura o qualunque altra cosa, scompaiono e io guarisco. Perciò quella sera, io e mio padre pregammo. Pensai alla mia identità spirituale come riflesso di Dio. Siccome io sono spirituale, allora un incidente non mi può cambiare. Non mi può toccare proprio come il numero 4 non può venire schiacciato o rotto, perché è un’idea, e un’idea rimane perfetta. Allo stesso modo io sono sempre perfetto, nel modo in cui Dio mi ha creato. 

Tuttavia, la mattina seguente quando mi svegliai, la caviglia mi faceva ancora male e non riuscivo a muoverla o ad appoggiarci il peso. 

Scesi le scale zoppicando e un parente che non è scientista cristiano disse che la mia caviglia era evidentemente rotta e che dovevo andare all’ospedale. Questo mi fece capire che dovevo veramente superare il problema e che non era necessario che aspettassi per guarire. Oltretutto, c’erano delle partite di baseball che mi attendevano con la mia squadra estiva, e ritenevo che fosse giusto per me poter continuare le mie attività abituali. 

Cercai la definizione di carne in Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, dove si legge: “Carne. Un errore della credenza fisica; una supposizione che la vita, la sostanza e l’intelligenza siano nella materia; un’illusione; una credenza secondo cui la materia ha sensazione” (Mary Baker Eddy, pag. 586). Questo mi aiutò a realizzare che la credenza di essermi ferito era completamente falsa, perché era una credenza materiale che non faceva parte di Dio. Dio è Spirito, perciò tutto ciò che riguarda la Sua creazione deve essere spirituale, inclusa la mia sostanza e tutte le leggi che mi governano.

A quel punto mi sentii talmente in pace, che decisi di riposarmi. Quando mi risvegliai quindici minuti più tardi, la mia caviglia stava benissimo. Chiamai mio padre perché venisse subito, e immediatamente lui arrivò in camera. Al suo arrivo, saltai giù dal letto e continuai a saltare per tutta la stanza. Era sorprendente! La guarigione fu velocissima e da allora non ho avuto alcun problema con la caviglia. Sono veramente grato!

The Mission of the Herald

In 1903, Mary Baker Eddy established The Herald of Christian Science. Its purpose: "to proclaim the universal activity and availability of Truth." The definition of "herald" as given in a dictionary, "forerunner—a messenger sent before to give notice of the approach of what is to follow," gives a special significance to the name Herald and moreover points to our obligation, the obligation of each one of us, to see that our Heralds fulfill their trust, a trust inseparable from the Christ and first announced by Jesus (Mark 16:15), "Go ye into all the world, and preach the gospel to every creature."

Mary Sands Lee, Christian Science Sentinel, July 7, 1956

Learn more about the Herald and its Mission.